Tag

corso coaching online

Browsing

Come si diventa Coach

come si diventa coachSe desideri un contatto diretto con il Dott. Daniele Trevisani, principale esperto italiano in Coaching, compila il seguente form

Come si diventa Coach Certificati Metodo HPM e Metodo ALM – Puoi consultare queste pagine e leggere questo articolo

Coaching e Formazione – La Storia e i concetti principali su coaching, educazione e formazione

Da Wikipedia con nostre elaborazioni

Il coaching è il processo che facilita l’ apprendimento o l’acquisizione di conoscenze , abilità , valori , morale, credenze , abitudini e sviluppo personale. I metodi educativi includono l’ insegnamento , la formazione , la narrazione , la discussione e la ricerca diretta . Il coaching avviene frequentemente sotto la guida di coach; tuttavia, gli studenti possono anche educare se stessi . Il coaching può aver luogo in contesti formali o informali e in qualsiasi esperienza che ha un effetto formativo sul modo in cui si pensa, si sente o si agisce può essere considerato educativo. La metodologia dell’insegnamento si chiama pedagogia  mentre la disciplina del coaching dedicata all’adulto si chiama Andragogia.

Ci sono movimenti per le riforme del coaching , ad esempio per migliorare la qualità e l’efficienza del coaching verso la pertinenza nella vita degli studenti e un’efficace soluzione dei problemi nella società moderna o futura in generale, o per metodologie educative basate sull’evidenza . Il diritto Il coaching e all’Istruzione è stato riconosciuto da alcuni governi e dalle Nazioni Unite . [a] Le iniziative globali mirano a raggiungere l’ obiettivo di sviluppo sostenibile 4 , che promuove un’istruzione di qualità per tutti.

Come si diventa Coach – Come diventare Coach – Etimologia

Etimologicamente , la parola “educazione” deriva dalla parola latina ēducātiō (“Un allevamento, un allevare, un allevamento”) da ēducō (“Io educo , mi alleno”) che è legato all’omonimo ēdūcō (“Io conduco , tiro fuori; alzo, eretto”) da ē- (“da, da”) e dūcō (” guido , conduco”). [1]

Come si diventa Coach – Come diventare Coach – Storia

Il coaching è iniziato nella preistoria, quando gli adulti formavano i giovani nelle conoscenze e nelle abilità ritenute necessarie nella loro società. Nelle società prealfabetizzate , ciò veniva ottenuto oralmente e per imitazione. La narrazione ha trasmesso conoscenze, valori e abilità da una generazione all’altra. Quando le culture iniziarono ad estendere le loro conoscenze al di là delle abilità che potevano essere facilmente apprese attraverso l’imitazione, si sviluppò Il coaching formale. Le scuole esistevano in Egitto al tempo del Medio Regno . [2]

Platone fondò l’ Accademia ad Atene , la prima istituzione di istruzione superiore in Europa . [3] La città di Alessandria d’Egitto, fondata nel 330 a.C., divenne il successore di Atene come culla intellettuale dell’antica Grecia . Lì, nel III secolo a.C., fu costruita la grande Biblioteca di Alessandria . Le civiltà europee subirono un crollo dell’alfabetizzazione e dell’organizzazione dopo la caduta di Roma nel 476 d.C. [4]

In Cina , Confucio (551-479 a.C.), dello Stato di Lu , era il filosofo antico più influente del paese, la cui prospettiva educativa continua a influenzare le società della Cina e dei paesi vicini come la Corea, il Giappone e il Vietnam. Confucio radunò discepoli e cercò invano un sovrano che adottasse i suoi ideali per il buon governo, ma i suoi Dialoghi furono scritti dai seguaci e hanno continuato a influenzare Il coaching nell’Asia orientale fino all’era moderna. [5]

Gli Aztechi avevano scuole per i giovani nobili chiamate Calmecac dove avrebbero ricevuto un rigoroso addestramento religioso e militare. Gli Aztechi avevano anche una teoria ben sviluppata sul coaching, che ha una parola equivalente in Nahuatl chiamata tlacahuapahualiztli. Significa “l’arte di allevare o educare una persona”, [6] o “l’arte di rafforzare o allevare gli uomini”. [7] Si trattava di un’ampia concettualizzazione del coaching, che prescriveva che iniziasse a casa, sostenuta da un’istruzione formale e rafforzata dalla vita comunitaria. Gli storici citano che il coaching formale era obbligatoria per tutti, indipendentemente dalla classe sociale e dal genere. [8] C’era anche la parola neixtlamachiliztli , che è “l’atto di dare saggezza al volto”. [7] Questi concetti sottolineano un complesso insieme di pratiche educative, orientate a comunicare alla generazione successiva l’esperienza e il patrimonio intellettuale del passato ai fini dello sviluppo individuale e della sua integrazione nella comunità. [7]

Dopo la caduta di Roma , la Chiesa cattolica divenne l’unica conservatrice della conoscenza alfabetizzata nell’Europa occidentale. [9] La chiesa istituì scuole cattedrali nell’Alto Medioevo come centri di istruzione avanzata. Alcuni di questi istituti alla fine si sono evoluti in università medievali e antenati di molte delle moderne università europee. [4] Durante l’Alto Medioevo, la cattedrale di Chartres gestiva la famosa e influente scuola della cattedrale di Chartres . Le università medievali di cristianità occidentale erano ben integrati in tutta Europa occidentale, ha incoraggiato la libertà di ricerca, e hanno prodotto una grande varietà di studiosi raffinati e filosofi naturali, tra cui Tommaso d’Aquino della Università di Napoli , Roberto Grossatesta della Università di Oxford , un esponente precoce di un metodo sistematico di sperimentazione scientifica, [10] e Sant’Alberto Magno , un pioniere della ricerca sul campo biologico. [11] Fondata nel 1088, l’ Università di Bologna è considerata la prima e la più antica università ininterrottamente operativa. [12]

Altrove durante il Medioevo, la scienza e la matematica islamiche fiorirono sotto il califfato islamico che si stabilì in tutto il Medio Oriente, estendendosi dalla penisola iberica a ovest all’Indo a est e alla dinastia degli Almoravidi e all’impero del Mali a sud.

Il Rinascimento in Europa ha inaugurato una nuova era di indagine scientifica e intellettuale e di apprezzamento delle antiche civiltà greca e romana. Intorno al 1450, Johannes Gutenberg sviluppò una macchina da stampa, che consentì alle opere letterarie di diffondersi più rapidamente. L’Età degli imperi europea ha visto le idee europee sul coaching in filosofia, religione, arti e scienze diffuse in tutto il mondo. Missionari e studiosi hanno anche riportato nuove idee da altre civiltà – come con le missioni dei Gesuiti in Cina che hanno svolto un ruolo significativo nella trasmissione di conoscenza, scienza e cultura tra Cina ed Europa, traducendo opere dall’Europa come gli Elementi di Euclide per studiosi cinesi e il pensieri di Confucio per il pubblico europeo. L’Illuminismo ha visto l’emergere di una prospettiva educativa più laica in Europa. Gran parte della moderna educazione tradizionale occidentale e orientale si basa sul sistema educativo prussiano . [13]

Come si diventa Coach – Come diventare Coach – Apprendimento Formale

“Apprendimento formale” reindirizza qui. Per il sottocampo dell’epistemologia formale e dell’informatica, vedere Teoria dell’apprendimento formale . 

Il coaching formale avviene in un ambiente strutturato il cui scopo esplicito è insegnare agli studenti . Di solito, Il coaching formale si svolge in un ambiente scolastico con aule di più studenti che imparano insieme a un insegnante qualificato e certificato della materia. La maggior parte dei sistemi scolastici è progettata attorno a un insieme di valori o ideali che governano tutte le scelte educative in quel sistema. Tali scelte includono curriculum, modelli organizzativi , progettazione degli spazi fisici di apprendimento (ad es. aule), interazioni studente-insegnante, metodi di valutazione, dimensione della classe, attività educative e altro. [15] [16]

L’ International Standard Classification of Education (ISCED) è stata creata dall’UNESCO come base statistica per confrontare i sistemi educativi. [17] Nel 1997 ha definito 7 livelli di istruzione e 25 campi, sebbene i campi siano stati successivamente separati per formare un progetto diverso. L’attuale versione ISCED 2011 ha 9 livelli anziché 7, creati dividendo il livello di pre-dottorato terziario in tre livelli. Ha inoltre esteso il livello più basso (ISCED 0) per coprire una nuova sottocategoria di programmi di sviluppo educativo per la prima infanzia, rivolti ai bambini di età inferiore ai 3 anni. [18]

Come si diventa Coach – Come diventare Coach –

Secondario

Questo copre i due livelli ISCED, ISCED 2: Istruzione secondaria inferiore e ISCED 3: Istruzione secondaria superiore. [17]

Nella maggior parte dei sistemi educativi contemporanei del mondo, Il coaching secondaria comprende Il coaching formale che si verifica durante l’ adolescenza . Negli Stati Uniti, in Canada e in Australia , Il coaching primaria e secondaria insieme sono talvolta indicate come istruzione K-12 e in Nuova Zelanda viene utilizzato l’anno 1-13. Lo scopo delIl coaching secondaria può essere quello di fornire conoscenze comuni , garantire l’alfabetizzazione, preparare per Il coaching superiore o formarsi direttamente in una professione . [22]

Il coaching secondaria negli Stati Uniti non è emersa fino al 1910, con l’ascesa di grandi aziende e l’avanzamento della tecnologia nelle fabbriche, che richiedeva lavoratori qualificati . Al fine di soddisfare questa nuova domanda di lavoro, le scuole superiori sono stati creati, con un curriculum focalizzato sulle competenze professionali pratici che meglio preparare gli studenti per il colletto bianco o qualificati colletti blu lavoro. Ciò si è rivelato vantaggioso sia per i datori di lavoro che per i dipendenti, poiché il miglioramento del capitale umano ha ridotto i costi per il datore di lavoro, mentre i dipendenti qualificati hanno ricevuto salari più elevati. citazione necessaria ]

Il coaching secondaria ha una storia più lunga in Europa, dove i licei o le accademie risalgono già al VI secolo, [b] sotto forma di scuole pubbliche , scuole a pagamento o fondazioni educative di beneficenza, che risalgono a prima. [23]

Copre il periodo compreso tra l’ istruzione primaria , tipicamente universale, obbligatoria, Il coaching terziaria facoltativa, selettiva , “postsecondaria” o ” superiore ” dell’ISCED 5 e 6 (ad es. università ) e l’ISCED 4 Istruzione superiore o scuola professionale . [17]

A seconda del sistema, le scuole per questo periodo, o una parte di esso, possono essere chiamate scuole secondarie o superiori , ginnasi , licei , scuole medie, collegi o scuole professionali. Il significato esatto di uno qualsiasi di questi termini varia da un sistema all’altro. Anche il confine esatto tra Il coaching primaria e secondaria varia da paese a paese e anche al loro interno, ma generalmente è compreso tra il settimo e il decimo anno di scuola.

Come si diventa Coach – Come diventare Coach – Terziario

Il coaching superiore, chiamata anche istruzione terziaria, di terzo livello o post-secondaria, è il livello di istruzione non obbligatorio che segue il completamento di una scuola come una scuola superiore o una scuola secondaria . Il coaching terziaria normalmente comprende l’ istruzione universitaria e post-laurea , nonché Il coaching e la formazione professionale . I college e le università forniscono principalmente istruzione terziaria. Collettivamente, queste sono talvolta note come istituzioni terziarie. Gli individui che completano Il coaching terziaria generalmente ricevono certificati , diplomi o titoli accademici .

L’ISCED distingue 4 livelli di istruzione terziaria. ISCED 6 è equivalente a un primo grado, ISCED 7 è equivalente a un master o a una qualifica professionale avanzata e ISCED 8 è una qualifica di ricerca avanzata, che di solito si conclude con la presentazione e la difesa di una tesi di merito di qualità pubblicabile basata su ricerche originali. [24] La categoria CITE 5 è riservata ai corsi a ciclo breve che richiedono studi di livello universitario. [24]

Il coaching superiore in genere comporta il lavoro verso una qualifica di livello di laurea o di laurea . Nella maggior parte dei paesi sviluppati, un’alta percentuale della popolazione (fino al 50%) ora accede al coaching superiore a un certo punto della propria vita. Il coaching superiore è quindi molto importante per le economie nazionali , sia come industria significativa a sé stante sia come fonte di personale formato e istruito per il resto dell’economia.

Il coaching comprende attività di insegnamento, ricerca e servizi sociali e comprende sia il livello universitario (a volte indicato come istruzione terziaria ) che il livello post- laurea (o post-laurea) (a volte indicato come scuola di specializzazione ). Alcune università sono composte da più college.

Un tipo di studi è un arti liberali di istruzione, che può essere definito come un ” collegio o università curriculum finalizzato a impartire conoscenza ampia generale e lo sviluppo di capacità intellettuali generali, a differenza di un professionista, professionale , o curriculum tecnico.” [25] Sebbene ciò che è noto oggi come educazione alle arti liberali abbia avuto inizio in Europa , [26] il termine ” università di arti liberali ” è più comunemente associato a istituzioni negli Stati Uniti come il Williams College o il Barnard College . [27]

Come si diventa Coach – Come diventare Coach – Professionale

Articolo principale: Istruzione professionale 

Il coaching professionale è una forma di istruzione incentrata sulla formazione diretta e pratica per uno specifico mestiere o mestiere. Il coaching professionale può assumere la forma di un apprendistato o di un tirocinio , nonché di istituti che insegnano corsi come management, falegnameria , agricoltura , ingegneria , medicina , architettura e arti .Il coaching post 16, Il coaching degli adulti e l’ istruzione superiore comportano uno studio continuo, ma un livello non diverso da quello trovato al secondario superiore, e sono raggruppate come CITE 4, istruzione post-secondaria non terziaria. [24]

Come si diventa Coach – Come diventare Coach – Educazione alternativa

Sebbene oggi considerati “alternativi”, la maggior parte dei sistemi alternativi esiste fin dai tempi antichi.  Dopo che il sistema scolastico pubblico si è ampiamente sviluppato a partire dal 19° secolo, alcuni genitori hanno trovato motivi per essere scontenti del nuovo sistema. Il coaching alternativo si è sviluppata in parte come reazione ai limiti e ai fallimenti percepiti del coaching tradizionale . È emersa un’ampia gamma di approcci educativi, tra cui scuole alternative , autoapprendimento , homeschooling e non scolarizzazione . Esempi di scuole alternative includono scuole Montessori , scuole Waldorf (o scuole Steiner ), scuole Friends , Sands School , Summerhill School , Walden’s Path , The Peepal Grove School , Sudbury Valley School , scuole Krishnamurti e scuole a classe aperta .

Le charter school sono un altro esempio di educazione alternativa, che negli ultimi anni è cresciuta di numero negli Stati Uniti e ha acquisito maggiore importanza nel suo sistema di istruzione pubblica. [29] [30]

Con il tempo, alcune idee di questi esperimenti e le sfide di paradigma possono essere adottate come la norma in materia di istruzione, così come Friedrich Fröbel approccio ‘s per Il coaching della prima infanzia nel 19 ° secolo, la Germania è stata incorporata nella contemporanee asilo aule. Altri scrittori e pensatori influenti hanno incluso l’ umanitario svizzero Johann Heinrich Pestalozzi ; i trascendentalisti americani Amos Bronson Alcott , Ralph Waldo Emerson e Henry David Thoreau ; i fondatori delIl coaching progressiva , John Dewey e Francis Parker ; e pionieri delIl coaching come Maria Montessori e Rudolf Steiner , e più recentemente John Caldwell Holt , Paul Goodman , Frederick Mayer , George Dennison e Ivan Illich . citazione necessaria ]

Come si diventa Coach – Come diventare Coach – Apprendimento informale

Articolo principale: apprendimento informale 

L’apprendimento informale è una delle tre forme di apprendimento definite dall’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE). L’apprendimento informale avviene in una varietà di luoghi, come a casa , al lavoro e attraverso interazioni quotidiane e relazioni condivise tra i membri della società. Per molti studenti, ciò include l’ acquisizione della lingua , le norme culturali e le buone maniere .

Nell’apprendimento informale, spesso c’è una persona di riferimento, un pari o un esperto, che guida lo studente. Se gli studenti hanno un interesse personale in ciò che viene loro insegnato in modo informale, tendono ad espandere le loro conoscenze esistenti e a concepire nuove idee sull’argomento che stanno imparando. [32] Ad esempio, un museo è tradizionalmente considerato un ambiente di apprendimento informale, poiché c’è spazio per la libera scelta, una gamma di argomenti diversificata e potenzialmente non standardizzata, strutture flessibili, interazione socialmente ricca e nessuna valutazione imposta dall’esterno. [33]

Sebbene l’apprendimento informale spesso abbia luogo al di fuori degli istituti di istruzione e non segua un curricolo specifico, può verificarsi anche all’interno di contesti educativi e persino durante situazioni di apprendimento formale. Gli coach possono strutturare le loro lezioni per utilizzare direttamente le capacità di apprendimento informale degli studenti all’interno del contesto educativo. [32]

Alla fine del XIX secolo, Il coaching attraverso il gioco iniziò a essere riconosciuta come un importante contributo allo sviluppo del bambino. [34] All’inizio del XX secolo, il concetto è stato ampliato per includere i giovani adulti, ma l’accento era posto sulle attività fisiche. [35] LP Jacks , anche lui uno dei primi sostenitori dell’apprendimento permanente, descrisse Il coaching attraverso la ricreazione: “Un maestro nell’arte di vivere non fa alcuna netta distinzione tra il suo lavoro e il suo gioco, il suo lavoro e il suo tempo libero, la sua mente e il suo corpo , la sua educazione e la sua ricreazione. Non sa cosa sia cosa. Persegue semplicemente la sua visione dell’eccellenza attraverso qualunque cosa stia facendo e lascia che siano gli altri a determinare se sta lavorando o giocando. A se stesso, sembra sempre che faccia entrambe le cose. Abbastanza per lui che lo fa bene.” [36] L’ educazione attraverso la ricreazione è l’opportunità di apprendere senza soluzione di continuità attraverso tutte le attività della vita. [37] Il concetto è stato ripreso dall’Università dell’Ontario occidentale per insegnare l’ anatomia agli studenti di medicina. [37]

Come si diventa Coach – Come diventare Coach – Apprendimento autodiretto

Articolo principale: autodidattismo 

L’autodidattismo (anche l’autodidattismo) è l’apprendimento autodiretto. Si può diventare autodidatti in quasi ogni momento della propria vita. Autodidatti notevoli includono Abraham Lincoln (presidente degli Stati Uniti), Srinivasa Ramanujan (matematico), Michael Faraday (chimico e fisico), Charles Darwin (naturalista), Thomas Alva Edison (inventore), Tadao Ando (architetto), George Bernard Shaw (drammaturgo), Frank Zappa (compositore, ingegnere del suono, regista) e Leonardo da Vinci (ingegnere, scienziato, matematico). citazione necessaria ]

Come si diventa Coach – Come diventare Coach – Basato sull’evidenza

Articolo principale: educazione basata sull’evidenza 

Il coaching basata sull’evidenza è l’uso di studi scientifici ben progettati per determinare quali metodi educativi funzionano meglio. Consiste in un insegnamento basato sull’evidenza e un apprendimento basato sull’evidenza. I metodi di apprendimento basati sull’evidenza come la ripetizione distanziata possono aumentare il tasso di apprendimento. [38] Il movimento delIl coaching basata sull’evidenza ha le sue radici nel più ampio movimento verso pratiche basate sull’evidenza . citazione necessaria ]

Apprendimento aperto e tecnologia elettronica

Articoli principali: Istruzione aperta e tecnologia educativa   

Molte grandi istituzioni universitarie stanno iniziando a offrire corsi completi gratuiti o quasi, attraverso Il coaching aperta, come Harvard , MIT e Berkeley che si uniscono per formare edX . Altre università che offrono un’istruzione aperta sono prestigiose università private come Stanford , Princeton , Duke , Johns Hopkins , l’ Università della Pennsylvania e Caltech , nonché importanti università pubbliche tra cui Tsinghua , Pechino , Edimburgo , Università del Michigan e Università della Virginia .

Il coaching aperta è stata definita il più grande cambiamento nel modo in cui le persone imparano dai tempi della stampa. [39] Nonostante studi favorevoli sull’efficacia, molte persone potrebbero ancora desiderare di scegliere Il coaching universitaria tradizionale per motivi sociali e culturali. [40]

Molte università aperte stanno lavorando per avere la possibilità di offrire agli studenti test standardizzati e titoli e credenziali tradizionali. [41]

Il titolo convenzionale del sistema di merito non è attualmente così comune nel coaching aperta come nelle università universitarie, sebbene alcune università aperte offrano già diplomi convenzionali come l’ Open University nel Regno Unito . Attualmente, molte delle principali fonti di istruzione aperte offrono la propria forma di certificato.

Come si diventa Coach – Come diventare Coach – Obiettivi di sviluppo

Joseph Chimombo ha sottolineato il ruolo del coaching come strumento politico, in grado di instillare il cambiamento sociale e il progresso economico nei paesi in via di sviluppo, offrendo alle comunità l’opportunità di prendere il controllo dei propri destini. [46] L’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile, adottata dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite (ONU) nel settembre 2015, chiede una nuova visione per affrontare le preoccupazioni ambientali, sociali ed economiche che il mondo deve affrontare oggi. L’Agenda include 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (OSS), incluso l’ SDG 4 sulIl coaching. [47] [48]

Uno studio condotto dall’Istituto internazionale per la pianificazione educativa dell’UNESCO indica che capacità più forti nella pianificazione e nella gestione del coaching possono avere un importante effetto di ricaduta sul sistema nel suo insieme. [53] Lo sviluppo sostenibile delle capacità richiede interventi complessi a livello istituzionale, organizzativo e individuale che potrebbero basarsi su alcuni principi fondamentali: [53]

  • la leadership e la proprietà nazionali dovrebbero essere la pietra di paragone di qualsiasi intervento;
  • le strategie devono essere pertinenti e specifiche del contesto;
  • i piani dovrebbero impiegare un insieme integrato di interventi complementari, anche se l’attuazione potrebbe dover procedere per gradi;
  • i partner dovrebbero impegnarsi in un investimento a lungo termine nello sviluppo delle capacità mentre si adoperano per alcuni risultati a breve termine;
  • l’intervento esterno dovrebbe essere subordinato a una valutazione d’impatto delle capacità nazionali a vari livelli;
  • una certa percentuale di studenti dovrebbe essere rimossa per improvvisazione accademica (di solito praticata nelle scuole, dopo la 10a elementare).

In Africa, la New Partnership for Africa’s Development (NEPAD) ha lanciato un ” programma di e-school ” per fornire a tutte le 600.000 scuole primarie e superiori apparecchiature informatiche, materiali didattici e accesso a Internet entro 10 anni. [58] Un progetto dell’Agenzia internazionale per lo sviluppo chiamato nabuur.com, [59] avviato con il sostegno dell’ex presidente americano Bill Clinton , utilizza Internet per consentire la cooperazione degli individui su questioni di sviluppo sociale.

L’India sta sviluppando tecnologie che aggireranno le infrastrutture telefoniche e Internet terrestri per fornire l’ apprendimento a distanza direttamente ai suoi studenti. Nel 2004, l’ Indian Space Research Organisation ha lanciato EDUSAT , un satellite per comunicazioni che fornisce l’accesso a materiali didattici che possono raggiungere una parte maggiore della popolazione del paese a un costo notevolmente ridotto. [60]

Come si diventa Coach – Come diventare Coach – Teoria

Articolo principale: teoria del coaching 

Per ulteriori informazioni: Pedagogia 

Psicologia

Articolo principale: psicologia del coaching 

La psicologia delIl coaching è lo studio di come gli esseri umani apprendono nei contesti educativi, l’efficacia degli interventi educativi, la psicologia dell’insegnamento e la psicologia sociale delle scuole come organizzazioni . I termini “psicologia del coaching” e “psicologia scolastica” sono spesso usati in modo intercambiabile. La psicologia delIl coaching si occupa dei processi di conseguimento delIl coaching nella popolazione generale e in sottopopolazioni come i bambini dotati e quelli con disabilità specifiche .

La psicologia delIl coaching può essere in parte compresa attraverso il suo rapporto con altre discipline. È informato principalmente dalla psicologia , avendo con quella disciplina un rapporto analogo al rapporto tra medicina e biologia . Psicologia delIl coaching, a sua volta, informa una vasta gamma di specialità all’interno di studi di istruzione, tra cui progettazione didattica , tecnologie didattiche , programmi di studio, l’apprendimento organizzativo , educazione speciale e la gestione della classe . La psicologia del coaching attinge e contribuisce sia alle scienze cognitive sia alle scienze dell’apprendimento . Nelle università, i dipartimenti di psicologia del coaching sono solitamente ospitati all’interno delle facoltà di educazione, forse a causa della mancanza di rappresentazione del contenuto di psicologia del coaching nei libri di testo introduttivi di psicologia (Lucas, Blazek e Raley, 2006).

Come si diventa Coach – Come diventare Coach – Intelligenza

Articolo principale: Intelligenza e istruzione 

L’intelligenza è un fattore importante nel modo in cui l’individuo risponde al coaching. Coloro che hanno punteggi più alti nelle metriche di intelligenza tendono a ottenere risultati migliori a scuola e a passare a livelli di istruzione più elevati. [63] Questo effetto è osservabile anche nella direzione opposta, in quanto Il coaching aumenta l’intelligenza misurabile. [64] Gli studi hanno dimostrato che mentre il livello di istruzione è importante per prevedere l’intelligenza in età avanzata, l’intelligenza a 53 anni è più strettamente correlata all’intelligenza a 8 anni che al livello di istruzione. [65]

Modalità di apprendimento

Articolo principale: Modalità di apprendimento 

C’è stato molto interesse per le modalità e gli stili di apprendimento negli ultimi due decenni. Le modalità di apprendimento più comunemente utilizzate sono: [66]

  • Visivo: apprendimento basato sull’osservazione e sul vedere ciò che si sta imparando.
  • Uditivo: apprendimento basato sull’ascolto di istruzioni/informazioni.
  • Cinestesico: apprendimento basato sul movimento, ad esempio il lavoro pratico e il coinvolgimento in attività.

Altre modalità comunemente impiegate includono musicale , interpersonale , verbale , logica e intrapersonale .

Dunn e Dunn [67] si sono concentrati sull’identificazione di stimoli rilevanti che possono influenzare l’apprendimento e la manipolazione dell’ambiente scolastico, all’incirca nello stesso momento in cui Joseph Renzulli [68] raccomandava diverse strategie di insegnamento. Howard Gardner [69] ha identificato un’ampia gamma di modalità nelle sue teorie delle intelligenze multiple . Il Myers-Briggs Type Indicator e il Keirsey Temperament Sorter , basati sui lavori di Jung , [70] si concentrano sulla comprensione di come la personalità delle persone influenzi il modo in cui interagiscono personalmente e come ciò influenzi il modo in cui gli individui rispondono l’uno all’altro all’interno dell’ambiente di apprendimento. Il lavoro del Type Delineator di David Kolb e Anthony Gregorc [71] segue un approccio simile ma più semplificato.

Alcune teorie propongono che tutti gli individui beneficino di una varietà di modalità di apprendimento, mentre altri suggeriscono che gli individui possono avere stili di apprendimento preferiti, imparando più facilmente attraverso esperienze visive o cinestetiche. [72] Una conseguenza di quest’ultima teoria è che un insegnamento efficace dovrebbe presentare una varietà di metodi di insegnamento che coprono tutte e tre le modalità di apprendimento in modo che studenti diversi abbiano pari opportunità di apprendere in modo efficace per loro. [73] Guy Claxton ha messo in dubbio la misura in cui gli stili di apprendimento come visivo, uditivo e cinestetico (VAK) siano utili, in particolare perché possono avere la tendenza a etichettare i bambini e quindi a limitare l’apprendimento. [74] [75] Recenti ricerche hanno sostenuto che “non esiste un’adeguata base di prove per giustificare l’incorporazione delle valutazioni degli stili di apprendimento nella pratica educativa generale”. [76]

Come si diventa Coach – Come diventare Coach – Mente, cervello ed educazione

Neuroscienze Educational è un emergente scientifica campo che riunisce ricercatori in neuroscienze cognitive , dello sviluppo delle neuroscienze cognitive , psicologia educativa , tecnologie didattiche , teoria delIl coaching e altre discipline affini per esplorare le interazioni tra processi biologici e Il coaching. [77] [78] [79] [80] I ricercatori in neuroscienze educative studiano i meccanismi neurali della lettura , [79] cognizione numerica , [81] attenzione e le relative difficoltà, inclusa la dislessia , [82] [83] discalculia , [ 84] e ADHD in relazione alIl coaching. Diverse istituzioni accademiche in tutto il mondo stanno iniziando a dedicare risorse alla creazione di ricerche neuroscientifiche educative.

curriculum

Articoli principali: curriculum , teoria del curriculum e elenco delle discipline accademiche   

NelIl coaching formale, un curriculum è l’insieme dei corsi e dei loro contenuti offerti in una scuola o università . Come idea, curriculum deriva dalla parola latina per ippodromo , riferendosi al corso di azioni ed esperienze attraverso le quali i bambini crescono fino a diventare adulti maturi . Un curriculum è prescrittivo e si basa su un programma più generale che specifica semplicemente quali argomenti devono essere compresi ea quale livello raggiungere un particolare grado o standard.

Una disciplina accademica è una branca della conoscenza che viene insegnata formalmente, all’università o tramite un altro metodo simile. Ogni disciplina di solito ha diverse sottodiscipline o rami e le linee di distinzione sono spesso sia arbitrarie che ambigue. Esempi di grandi aree di discipline accademiche comprendono le scienze naturali , la matematica , informatica , scienze sociali , umanistiche e scienze applicate . [92]

Gintis hanno sostenuto nel 1976 che c’era un conflitto fondamentale nella scuola americana tra l’ obiettivo egualitario della partecipazione democratica e le disuguaglianze implicite nella continua redditività della produzione capitalista. [102]

Un esempio di un’abilità non comunemente insegnata nei sistemi di istruzione formale in tutto il mondo, ma sempre più critica sia per la vita degli individui che per la società moderna in generale è l’alfabetizzazione mediatica digitale : la capacità di accedere, analizzare, valutare, creare e agire utilizzando tutte le forme delle moderne TIC , [124] con scienziati che ne chiedono l’inclusione nei programmi di studio e nelIl coaching degli adulti. [125] [126] [127] [128] [129]

Gli studi hanno dimostrato che l’ apprendimento attivo raramente applicato nelle scuole è molto efficace. [130] [131] [132] [133] Gli studi hanno scoperto che i massicci corsi online aperti offrono un percorso verso l’occupazione che attualmente aggira le università convenzionali e i loro corsi di laurea, pur essendo spesso più rilevanti per le attività economiche contemporanee e gli interessi degli studenti. [134] Tali corsi online non fanno comunemente parte delIl coaching formale, ma in genere sono sia completati che selezionati interamente per conto dello studente, a volte con il supporto di colleghi sui forum online . Al contrario, il blended learning si fonde formazione in linea con le forme di faccia – a – comunicazione faccia e Il coaching di classe a base di tradizionali in aula , che si rivela di avere la capacità generale di approcci sempre più rilevante, risorsa-efficienti ed efficaci per Il coaching. [135] [136] [137] [138] [139] La diffusione, l’utilizzo e la gestione di vari strumenti o piattaforme per Il coaching implicano in genere un aumento degli investimenti economici. [140] Le spese per Il coaching sono spesso elevate e molti chiedono ulteriori aumenti. Le potenziali politiche per lo sviluppo di software educativo open source internazionale utilizzando le ultime tecnologie possono ridurre al minimo i costi, i requisiti hardware, gli sforzi di risoluzione dei problemi e i tempi di implementazione, aumentando la robustezza, la sicurezza e le caratteristiche funzionali del software. [141] [142] [143]

Riferimenti

  1. “educare | Origine e significato di educare dal dizionario di etimologia online”. www.etymonline.com. Estratto il 3 agosto 2021.    
  2. Assmann 2002, p. 127.
  3. Lynch 1972, p. 47.
  4. Salta a: Blainey 2004, p. ?.
  5. “Perché Confucio è ancora rilevante oggi? I suoi morsi sonori resistono”. National Geographic. 25 marzo 2015. Estratto il 6 ottobre 2018.    
  6. Colin 2014, p. 65.
  7. Salta a: León-Portilla 2012, pp. 134–35.
  8. Reagan 2005, p. 108.
  9. ^Hannam, Janes (18 maggio 2011). “La scienza deve molto sia al cristianesimo che al Medioevo: Soapbox Science” . blogs.nature.com. Estratto il 6 ottobre 2018.     
  10. “Roberto Grossatesta”. Enciclopedia Cattolica. NuovoAvvento. 1 giugno 1910. Estratto il 16 luglio 2011.    
  11. “Sant’Alberto Magno”. Enciclopedia cattolica. Newadvent.org. 1 marzo 1907. Estratto il 16 luglio 2011.    
  12. Sanz & Bergan 2006, p. 136.
  13. ^Thiem, Erwin (1969). “L’influenza di Pestalozzi sulIl coaching elementare prussiana all’inizio del XIX secolo” (PDF) . etheses.dur.ac.uk. Estratto il 10 settembre 2021.      
  14. ^Robinson, Sir Ken (febbraio 2006), Le scuole uccidono la creatività? , www.ted.com, recuperato il 3 agosto 2021    
  15. “Migliorare Il coaching”. miglioramento.wgbh.org. 2002. Archiviato dall’originale il 19 ottobre 2003.    
  16. “Centro di competenza delle prospettive, programma di apprendimento permanente”. www.competencecentre.eu. Archiviato dall’originale il 15 ottobre 2014.    
  17. Salta a: “International Standard Classification of Education ISCED 2011”(PDF) . uis.unesco.org. Archiviato (PDF) dall’originale il 6 gennaio 2017.               
  18. “Classificazione standard internazionale delIl coaching ISCED 2011”(PDF) . www.uis.unesco.org. Archiviato (PDF) dall’originale il 24 gennaio 2013. Estratto il 3 agosto 2021.        
  19. ^Diffey, Louisa (4 giugno 2018). “Confronto tra 50 stati: Politiche statali dall’asilo fino al terzo grado” . www.ecs.org. Archiviato dall’originale il 31 luglio 2018. Estratto il 6 ottobre 2018.       
  20. ^Ross, Elizabeth Dale (1976). The Kindergarten Crusade: L’istituzione della scuola materna negli Stati Uniti. Atene: Ohio University Press. P. 1.   
  21. ^UNESCO, Rapporto di monitoraggio sulIl coaching per tutti 2008, tasso di iscrizione netto nelIl coaching primaria
  22. “Istruzione secondaria”. Enciclopedia Britannica. 27 marzo 2018. Estratto il 6 settembre 2021.    
  23. ^Kynaston, David; Green, Francis (7 febbraio 2019). Motori di privilegio: il problema della scuola privata in Gran Bretagna . Edizioni Bloomsbury. ISBN 978-1-5266-0124-7 .    
  24. Salta a: “International Standard Classification of EducationI SCED 1997”. www.unesco.org. 11 aprile 2013. Estratto il 12 marzo 2017.       
  25. “Arti liberali: Britannica Concise Encyclopædia”Enciclopedia Britannica . Archiviato dall’originale il 6 settembre 2007.     
  26. ^Harriman, Filippo (1935). “Antecedenti del Liberal Arts College”. Il giornale delIl coaching superiore. (2): 63-71. doi : 2307/1975506 . JSTOR 1975506 .       
  27. ^Redden, Elisabetta (6 aprile 2009). “Un’alleanza globale per le arti liberali” . Dentro l’Ed. Archiviato dall’originale il 9 aprile 2009. Estratto l’ 8 gennaio 2015.       
  28. ^Educazione speciale. Oxford: Scienza e tecnologia di Elsevier. 2004.
  29. ^Lazzarino, Melissa (ottobre 2011). “Investimento federale nelle scuole charter” (PDF) . Istituto di Scienze delIl coaching. Centro per il progresso americano. Estratto il 2 ottobre 2015.      
  30. ^Resmovits, Joy (10 dicembre 2013). “Le scuole charter continuano a crescere drammaticamente nonostante le controversie” . L’Huffington Post Estratto il 2 ottobre 2015.     
  31. ^Maggio, S.; Aikman, S. (2003). “Educazione indigena: affrontare problemi e sviluppi attuali”. Educazione comparata. 39 (2): 139-45. doi : 1080/03050060302549 . JSTOR 3099875 . S2CID 145806981 .         
  32. Salta a: bRogoff, Barbara; Callanan, Maureen; Gutiérrez, Kris D.; Erickson, Federico (2016). “L’organizzazione dell’apprendimento informale”. Rassegna di ricerca in educazione. 40 : 356–401. doi : 3102/0091732X16680994 . S2CID 149239534 .        
  33. ^Crowley, Kevin; Pierroux, Palmira; Knutson, Karen (2014). Apprendimento informale nei musei. Il manuale di Cambridge delle scienze dell’apprendimento. pp. 461–478. doi : 1017/cbo9781139519526.028 . ISBN 978-1-139-51952-6 .       
  34. ^Mead, GH (1896). “La relazione tra il gioco e Il coaching” . Registro universitario. : 141–45.    
  35. ^Johnson, GE (1916). “Educare attraverso la ricreazione” . Fondazione Cleveland, Ohio.  
  36. ^Jack, LP (1932). Educazione attraverso la ricreazione. New York: Harper e fratelli. pagine 1-2.   
  37. Salta a: bUllah, Sha; Bodrogi, Andrea; Cristea, Octav; Johnson, Marjorie; McAlister, Vivian C. (2012). “Imparare l’anatomia chirurgicamente orientata in un club extrascolastico gestito da studenti: un’iniziativa di educazione attraverso la ricreazione” . Anat Sci Educa. (3): 165-70. doi : 1002/ase.1273 . PMID 22434649 . S2CID 30093083 . Archiviato dall’originale il 2 aprile 2013. Estratto il 3 gennaio 2013.                
  38. ^Smolen, Paolo; Zhang, Yili; Byrne, John H. (25 gennaio 2016). “Il momento giusto per imparare: meccanismi e ottimizzazione dell’apprendimento distanziato” . Recensioni sulla natura Neuroscienze. 17 (2): 77-88. arXiv : 08370 . doi : 10.1038/nrn.2015.18 . PMC 5126970 . PMID 26.806.627 .           
  39. “Corsi gratuiti forniti da Harvard, MIT, Berkeley, Stanford, Princeton, Duke, Johns Hopkins, Edimburgo, U.Penn, U. Michigan, U. Virginia, U. Washington”. Neurobonkers.com. 2 agosto 2012. Estratto il 24 ottobre 2012.   
  40. ^Harriet Swain (1 ottobre 2012). “I campus universitari saranno presto ‘finiti’?” . Il guardiano. Londra. Estratto il 24 ottobre 2012.     
  41. ^Cloete, Elsabe. “Modello di sistema educativo elettronico”. Dipartimento di Informatica e Sistemi Informativi in ​​Sud Africa, 17 ottobre. 2000. Web. 3 giugno 2015.
  42. ^Parry, M. (2010). “Un affare del genere? Forse no. L’apprendimento online può costare più delIl coaching tradizionale” . La cronaca delIl coaching superiore. 57 (11).     
  43. ^Dipartimento della Pubblica Istruzione degli Stati Uniti, Valutazione delle pratiche basate sull’evidenza nell’apprendimento online Una meta-analisi e revisione degli studi sull’apprendimento online , 2010
  44. Salta a: cUNESCO (2016). Out in the Open: risposte del settore delIl coaching alla violenza basata sull’orientamento sessuale e sull’identità/espressione di genere (PDF) . Parigi, UNESCO. P. 54. ISBN 978-92-3-100150-5 .         
  45. “Governo, valutazioni e responsabilità della scuola”(PDF) . Programma per la valutazione degli studenti internazionali. OCSE. 2013. Estratto il 25 giugno 2017.     
  46. ^Chimombo, Giuseppe (2005). “Problemi nelIl coaching di base nei paesi in via di sviluppo: un’esplorazione delle opzioni politiche per una migliore erogazione” (PDF) . Giornale di cooperazione internazionale in materia di istruzione. (1): 129-152.      
  47. ^Trasformare il nostro mondo: l’Agenda 2030 per gli obiettivi di sviluppo sostenibile. New York: ONU. 2016.
  48. ^Decifrare il codice: educazione delle ragazze e delle donne in scienze, tecnologia, ingegneria e matematica (STEM). Parigi: UNESCO. 2017. pag. 14. ISBN 978-92-3-100233-5 .    
  49. Salta a: “Iscrizione alla scuola primaria”. Il nostro mondo nei dati. Estratto il 15 luglio 2021.      
  50. “Imparare la povertà”. Banca Mondiale. Estratto il 15 luglio 2021.    
  51. Salta a: bLiesbet Steer e Geraldine Baudienville 2010. Cosa spinge i donatori a finanziare Il coaching di base? Londra: Istituto per lo sviluppo d’oltremare .
  52. ^Addis Abeba (23 febbraio 2010). “Il cattivo governo mette a rischio Il coaching primaria in Africa” . Trasparenza Internazionale. Archiviato dall’originale il 27 giugno 2010. Estratto il 21 ottobre 2011.       
  53. Salta a: bde Grauwe, A. (2009). Strategie di sviluppo delle capacità (Report). Parigi: UNESCO-IIPE. Archiviato dall’originale il 5 maggio 2010. Estratto il 1 ottobre 2010. .         
  54. “Programma Socrate-Erasmus”. Erasmus.ac.uk. Estratto il 19 giugno 2010.   
  55. “Fondazione Soros”. Soros.org. Estratto il 19 giugno 2010.   
  56. ^Sperduti, Vanessa (2017). “Internazionalizzazione come occidentalizzazione nelIl coaching superiore” (PDF) . Educazione comparata e internazionale 9 (2017). : 9-12. Estratto il 6 dicembre 2018.       
  57. ^Aleed, Yasser (2016). “Effetti delIl coaching nei paesi in via di sviluppo”. Giornale di costruzione nei paesi in via di sviluppo. dicembre 2106.  
  58. “Le nazioni africane abbracciano l’e-learning, afferma un nuovo rapporto”. Consulente PC. 16 ottobre 2012. Estratto il 24 ottobre 2012.   
  59. “nabuur.com”. nabuur.com. Estratto il 3 ottobre 2013.   
  60. “EDUSAT”ISRO . Archiviato dall’originale il 27 dicembre 2012. Estratto il 1 gennaio 2013.      
  61. Salta a: “Scuole private low cost: evidenze, approcci e problematiche emergenti”. Eldis. Estratto il 10 gennaio 2014.           
  62. ^Finn, JD; Gerber, SB; Boyd-Zaharias, J. (2005). “Piccole classi nelle prime classi, rendimento scolastico e diploma di scuola superiore” (PDF) . Giornale di psicologia delIl coaching. 97 (2): 214-33. CiteSeerX 1.1.477.3560 . doi : 10.1037/0022-0663.97.2.214 .         
  63. ^Maggiordomo, S.; Marsh, H.; Sheppard, J. (1985). “Studio longitudinale di sette anni sulla previsione precoce dei risultati in lettura”. Giornale di psicologia delIl coaching. 77 (3): 349-61. doi : 1037/0022-0663.77.3.349 .     
  64. ^Baltes, P.; Reinert, G. (1969). “Effetti di coorte nello sviluppo cognitivo nei bambini come rivelato da sequenze trasversali”. Psicologia dello sviluppo. (2): 169-77. doi : 1037/h0026997 .     
  65. ^Richards, M.; Sacker, A. (2003). “Antecedenti a vita della riserva cognitiva”. Giornale di Neuropsicologia Clinica e Sperimentale. 25 (5): 614–24. doi : 1076/jcen.25.5.614.14581 . PMID 12815499 . S2CID 22915529 .         
  66. ^Swassing, RH, Barbe, WB, & Milone, MN (1979). L’indice di modalità Swassing-Barbe: kit di modalità Zaner-Bloser . Columbus, Ohio: Zaner-Bloser.
  67. “Dunn e Dunn”. Learningstyles.net. Archiviato dall’originale il 3 febbraio 2009. URL consultato il 20 aprile 2009.     
  68. “Biografo di Renzulli”. Indiana.edu. Archiviato dall’originale il 7 settembre 2003. Estratto il 20 aprile 2009.     
  69. Sito web di Thomas Armstrong Archiviato il21 marzo 2009 presso la Wayback Machine con i dettagli delle intelligenze multiple
  70. “Sito web di Keirsey”. Keirsey.com. Estratto il 20 aprile 2009.   
  71. “Descrizione del delimitatore di tipo”. Algonquincollege.com. Archiviato dall’originale il 1 marzo 2009. URL consultato il 20 aprile 2009.     
  72. ^Barbe, WB, & Swassing, RH, con MN Milone. (1979). Insegnare attraverso i punti di forza della modalità: Concetti e pratiche . Columbus, OH: Zaner-Bloser
  73. “Descrizione della modalità di apprendimento dal sito web Learning Curve”. Library.thinkquest.org. Archiviato dall’originale il 4 aprile 2008. URL consultato il 19 giugno 2010.     
  74. “Guy Claxton parla di Qual è il punto della scuola?” . distalk.com. Archiviato dall’originaleil 21 maggio 2009. URL consultato il 23 aprile 2009.     
  75. ^ Scott Armstrong (1983). “Responsabilità dell’allievo nella formazione manageriale o avventurarsi nella ricerca proibita (con commenti)”(PDF) . Interfacce. 13 . Archiviato dall’originale (PDF) il 20 giugno 2010.        
  76. ^Pashler, Harold; McDonald, Marco; Rohrer, Doug; Björk, Robert (2009). “Stili di apprendimento: concetti e prove” (PDF) . La scienza psicologica nell’interesse pubblico. (3): 105-19. doi : 1111/j.1539-6053.2009.01038.x . PMID 26162104 . S2CID 2112166 .           
  77. ^Ansari, D; Coch, D (2006). “Ponti sulle acque agitate: Istruzione e neuroscienze cognitive”. Tendenze nelle scienze cognitive. 10 (4): 146-51. doi : 1016/j.tics.2006.02.007 . PMID 16530462 . S2CID 8328331 .         
  78. ^Coch, D; Ansari, D (2008). “Pensare ai meccanismi è fondamentale per connettere neuroscienze ed educazione”. Corteccia. 45 (4): 546–47. doi : 1016/j.cortex.2008.06.001 . PMID 18649878 . S2CID 15392805 .         
  79. Salta a: bGoswami, U (2006). “Neuroscienze ed educazione: dalla ricerca alla pratica?”. Recensioni sulla natura Neuroscienze. (5): 406-11. doi : 1038/nrn1907 . PMID 16607400 . S2CID 3113512 .           
  80. ^Meltzoff, AN; Kuhl, PK; Movellan, J; Sejnowski, TJ (2009). “Fondamenti per una nuova scienza dell’apprendimento” . Scienza. 325 (5938): 284-88. Bibcode : ..325..284M . CiteSeerX 10.1.1.165.1628 . doi : 10.1126/science.1175626 . PMC 2.776.823 . PMID 19608908 .             
  81. ^Ansari, D (2008). “Effetti di sviluppo e inculturazione sulla rappresentazione dei numeri nel cervello”. Recensioni sulla natura Neuroscienze. (4): 278–91. doi : 1038/nrn2334 . PMID 18334999 . S2CID 15766398 .         
  82. ^McCandliss, BD; Nobile, KG (2003). “Lo sviluppo della disabilità di lettura: un modello di neuroscienze cognitive” (PDF) . Revisione della ricerca sul ritardo mentale e sulla disabilità dello sviluppo. (3): 196-204. CiteSeerX 1.1.587.4158 . doi : 10.1002/mrdd.10080 . PMID 12953299 . Archiviato dall’originale (PDF) il 27 agosto 2008. Estratto il 24 ottobre 2017.                
  83. ^Gabrieli, JD (2009). “Dislessia: una nuova sinergia tra educazione e neuroscienze cognitive” (PDF) . Scienza. 325 (5938): 280-83. Bibcode : ..325..280G . CiteSeerX 10.1.1.472.3997 . doi : 10.1126/science.1171999 . PMID 19608907 . S2CID 17369089 .              
  84. ^Prezzo, GR; Holloway, io; Rasanen, P; Vesterinen, M; Ansari, D (2007). “Elaborazione della grandezza parietale alterata nella discalculia evolutiva” . Biologia attuale. 17 (24): R1042-43. doi : 1016/j.cub.2007.10.013 . PMID 18088583 . S2CID 5673579 .          
  85. ^Cenni, Nel (1995). Filosofia delIl coaching . Boulder, CO: Westview Press. P. 1 . ISBN 978-0-8133-8429-0 .     
  86. ^Frankena, William K.; Raybeck, Nathan; Burbules, Nicholas (2002). “Filosofia delIl coaching”. In Guthrie, James W. (ed.). Enciclopedia delIl coaching, 2a edizione. New York, NY: riferimento Macmillan. ISBN 978-0-02-865594-9 .    
  87. Noddings 1995, pp. 1–6
  88. ^Clark, Christopher (6 settembre 2007). Regno di ferro: l’ascesa e la caduta della Prussia, 1600-1947 . Pinguino Regno Unito. ISBN 978-0-14-190402-3 . Ci si aspettava che i cittadini emancipati che emergevano da ogni livello del sistema educativo di Humboldt prendessero parte attiva alla vita politica dello stato prussiano.     
  89. ^Mommsen, Peter (inverno 2019). “La Comunità delIl coaching” . Aratro trimestrale.   
  90. ^Christopher Winch e John Gingell, Filosofia delIl coaching: i concetti chiave (2a edizione). Londra: Routledge, 2008. pp. 10-11.
  91. Salta a: cPark, Hyunjoon; Shavit, Yossi, ed. (marzo 2016). “Numero speciale: Il coaching come bene posizionale” . Ricerca in Stratificazione Sociale e Mobilità. 43 (supplemento): 1–70. ISSN 0276-5624 .        
  92. “Esempi di materie”. Curriculumonline.gov.uk. Archiviato dall’originale il 21 agosto 2008. URL consultato il 20 aprile 2009.     
  93. ^Winters, Marcus (2012). Gli insegnanti contano: ripensare al modo in cui le scuole pubbliche identificano, premiano e mantengono i grandi coach. Rowman e Littlefield. P. 160. ISBN 978-1-4422-1077-6 .     
  94. “Come i migliori sistemi scolastici del mondo escono in cima”(PDF) . mckinsey.com. settembre 2007. Archiviato dall’archivio originale (PDF) il 27 settembre 2011.      
  95. ^Eric A. Hanushek (2005). Risultati economici e qualità della scuola . Istituto Internazionale per la Progettazione Educativa. ISBN 978-92-803-1279-9 . Estratto il 21 ottobre 2011.      
  96. ^Daron Acemoglu; Simon Johnson; James A. Robinson (2001). “Le origini coloniali dello sviluppo comparato: un’indagine empirica” . Rivista economica americana. 91 (5): 1369–401. CiteSeerX 1.1.475.6366 . doi : 10.2139/ssrn.244582 . JSTOR 2677930 . S2CID 219345134 .            
  97. ^Eric A. Hanushek; Ludger Woessmann (2008). “Il ruolo delle abilità cognitive nello sviluppo economico” (PDF) . Giornale di letteratura economica. 46 (3): 607-08. CiteSeerX 1.1.507.5325 . doi : 10.1257/jel.46.3.607 . Archiviato dall’originale (PDF) il 5 gennaio 2011.            
  98. ^Jacob Mincer (1970). “La distribuzione dei redditi da lavoro: un’indagine con particolare riferimento all’approccio del capitale umano”. Giornale di letteratura economica. (1): 1-26. JSTOR 2720384 .      
  99. ^David Card, “Effetto causale delIl coaching sui guadagni”, in Handbook of Labor Economics , Orley Ashenfelter e David Card (a cura di). Amsterdam: Olanda Settentrionale, 1999: pp. 1801–63
  100. ^ James J. Heckman, Lance J. Lochner e Petra E. Todd , “Funzioni di guadagno, tassi di rendimento ed effetti del trattamento: l’equazione di Mincer e oltre”, in Handbook of the Economics of Education , Eric A. Hanushek e Finis Welch (a cura di). Amsterdam: Olanda Settentrionale, 2006: pp. 307-458.
  101. “Perché un QI alto non significa che sei intelligente” . Yale School of Management. 1 novembre 2009. Estratto il 6 ottobre 2018.    
  102. ^ Samuel Bowles; Herbert Gintis (2011). La scuola nell’America capitalista: riforma educativa e contraddizioni della vita economica . Libri Haymarket. ISBN 978-1-60846-131-8 .    
  103. “Agenzia nazionale finlandese per Il coaching – Curricula 2014” . www.oph.fi. Archiviato dall’originale il 1 settembre 2017. Estratto il 1 settembre 2017.      
  104. ^ Jokelainen, Jarkko (9 gennaio 2017). ” ” Per molte persone, la flessibilità sul lavoro può essere una liberazione.” Matthew Taylor, amministratore delegato, Royal Society of Arts” . www.sitra.fi. Estratto il 10 settembre 2021.     
  105. ^ Lähdemäki-Pekkinen, Jenna (7 giugno 2017). “La scuola dell’obbligo può durare una vita?” . www.sitra.fi. Estratto il 10 settembre 2021.     
  106. ^ Srinivasan, Ramesh (29 ottobre 2019). “Opinione: è probabile che l’automazione elimini quasi la metà dei nostri posti di lavoro nei prossimi 25 anni. Ecco cosa fare” . Los Angeles Times. Estratto il 6 maggio 2021.     
  107. “Uno studio rileva che quasi la metà dei posti di lavoro è vulnerabile all’automazione” . L’economista. 24 aprile 2018. Estratto il 6 maggio 2021.    
  108. “Cosa significherà il futuro del lavoro per posti di lavoro, competenze e salari: posti di lavoro persi, posti di lavoro guadagnati | McKinsey” . www.mckinsey.com. Estratto il 6 maggio 2021.    
  109. ^ Vincent, James (30 novembre 2017). “L’automazione minaccia 800 milioni di posti di lavoro, ma la tecnologia potrebbe ancora salvarci, afferma il rapporto” . Il Vergoglio. Estratto il 6 maggio 2021.     
  110. “Le implicazioni dell’automazione per Il coaching” . blogs.worldbank.org. Estratto il 6 maggio 2021.    
  111. ^ Jong-Wha, Lee (17 settembre 2018). “Il coaching nell’era dell’automazione” . Il Giappone Times. Estratto il 6 maggio 2021.     
  112. “Il nostro sistema educativo sta perdendo rilevanza. Ecco come aggiornarlo” . Forum economico mondiale. Estratto il 6 maggio 2021.    
  113. ^ Strauss, Valerie (7 settembre 2012). “Perché i bambini odiano la scuola — materia per materia” . Washington Post. Estratto il 6 maggio 2021.     
  114. ^ Johnes, Jill; Portela, Maria; Thanassoulis, Emmanuel (1 aprile 2017). “Efficienza nelIl coaching” . Giornale della Società di Ricerca Operativa. 68 (4): 331-338. doi : 1057/s41274-016-0109-z . ISSN 1476-9360 .        
  115. ^ Flum, Hanoch; Kaplan, Avi (1 giugno 2006). “L’orientamento esplorativo come obiettivo educativo” . Psicologa delIl coaching. 41 (2): 99-110. doi : 1207/s15326985ep4102_3 . ISSN 0046-1520 . S2CID 55917196 .          
  116. ^ Heddy, Benjamin C.; Sinatra, Gale M.; Seli, Elena; Taasoobshirazi, Gita; Mukhopadhyay, Ananya (28 maggio 2017). “Rendere significativo l’apprendimento: facilitare lo sviluppo e il trasferimento degli interessi negli studenti universitari a rischio” . Psicologia educativa. 37 (5): 565–581. doi : 1080/01443410.2016.1150420 . ISSN 0144-3410 . S2CID 147801568 . Estratto il 6 maggio 2021.            
  117. ^ Kraft, Katrien J. van der Hoeven (1 novembre 2017). “Sviluppare l’interesse degli studenti: una panoramica della ricerca e delle implicazioni per la ricerca sulIl coaching in geoscienza e la pratica didattica” . Journal of Geoscience Education. 65 (4): 594–603. Bibcode : .65..594V . doi : 10.5408/16-215.1 . ISSN 1089-9995 . Estratto il 6 maggio 2021.           
  118. “I migliori scienziati avvertono del ‘futuro orribile dell’estinzione di massa’ e dell’interruzione del clima” . Il guardiano. 13 gennaio 2021. Estratto il 12 febbraio 2021.    
  119. “Evitare un ‘futuro orribile’: dure verità sullo stato del pianeta” . Yale E360. Estratto il 12 febbraio 2021.    
  120. ^ Bradshaw, Corey JA; Ehrlich, Paul R.; Beatie, Andrew; Ceballos, Gerardo; Cristo, Eileen; Diamante, Giovanna; Dirzo, Rodolfo; Ehrlich, Anne H.; Harte, Giovanni; Harte, Mary Ellen; Pyke, Graham; Corvo, Peter H.; Ripple, William J.; Saltré, Frédérik; Turnbull, Christine; Wackernagel, Mathis; Blumstein, Daniel T. (2021). “Sottovalutare le sfide di evitare un futuro orribile” . Frontiere nella scienza della conservazione. doi : 3389/fcosc.2020.615419 . ISSN 2673-611X . Disponibile con CC BY 4.0 .       
  121. “Il coaching ambientale può salvare il nostro pianeta?” . Mongabay-India. 14 settembre 2018. Estratto il 6 maggio 2021.    
  122. Salta a: b Pietrzak, Barbara; Ward, Adriano; Cheung, kit da uomo; Schwendimann, Beat A.; Mollaoglu, Gurkan; Duong, Michael Tran; Ulltveit-Moe, Nils; Allareddy, Veerasathpurush; Dutton-Regester, Ken; Zhang, Jian; Scultore, Matteo A.; Naz, Saima; Singh, Poonam C.; Yan, Hong Young; Isaacson, Kyle; Dennis, Allison F.; Al-Humaidan, Eyad Ibrahim; Beardsley, Felicia Round; Ecco, Cody; Buono, Prashant; Jones, Tyler; Nieuwenhuis, Rense; Ali, Basant A.; Yu, Kun-Hsing; Arthur, Patrick Kobina; Kumar, Brijesh; Chen, Alessandro; Buschke, Falko; Cingl, Lubomir; Zaidi, Syed Shan-e-Ali; O’Mullane, Anthony Peter; Coetzee, Vinet; Konstantinides, Nikos (29 giugno 2018). “Educazione per il futuro” . Scienza. 360 (6396): 1409–1412. Bibcode : ..360.1409P . doi : 10.1126/science.aau3877 . ISSN 0036-8075 . PMID 29954971 .             
  123. “Il coaching ha bisogno di un reset per essere adatta al 21° secolo” . Forum economico mondiale. Estratto il 6 maggio 2021.    
  124. “Cos’è l’alfabetizzazione mediatica e perché è importante? | Minitex” . www.minitex.umn.edu. Estratto il 6 maggio 2021.    
  125. ^ Lee, Nicole M. (2 ottobre 2018). “Notizie false, phishing e frode: un invito alla ricerca sulIl coaching all’alfabetizzazione dei media digitali oltre la classe” . Educazione alla comunicazione. 67 (4): 460-466. doi : 1080/03634523.2018.1503313 . ISSN 0363-4523 . S2CID 149782237 . Estratto il 6 maggio 2021.            
  126. ^ Buckingham, David (marzo 2007). “Digital Media Literacies: Ripensare Il coaching ai media nell’era di Internet”. Ricerca nelIl coaching comparata e internazionale. (1): 43-55. doi : 2304/rcie.2007.2.1.43 . S2CID 51995385 .       
  127. “Opinione | L’Europa ha perso la battaglia per la verità?” . I tempi di Bruxelles. 17 aprile 2021. Estratto il 6 maggio 2021.    
  128. “Analisi dei testi manipolativi dei media: esperienza di educazione all’alfabetizzazione dei media mondiali” . Educazione ai media (Mediaobrazovanie). 60 (3). 5 settembre 2020. doi : 13187/me.2020.3.430 .     
  129. ^ Kahne, Giuseppe; Bowyer, Benjamin (3 aprile 2019). “Può Il coaching all’alfabetizzazione mediatica aumentare l’impegno digitale in politica?” . Apprendimento, media e tecnologia. 44 (2): 211-224. doi : 1080/17439884.2019.1601108 . ISSN 1743-9884 .        
  130. ^ Clarke, Bryony (30 luglio 2020). “Il futuro delIl coaching o solo clamore? L’ascesa di Minerva, l’università più selettiva del mondo” . Il guardiano. Estratto il 6 maggio 2021.     
  131. ^ Freeman, Scott; Eddy, Sarah L.; McDonough, Miles; Smith, Michelle K.; Okoroafor, Nnadozie; Jordt, Hannah; Wenderoth, Mary Pat (10 giugno 2014). “L’apprendimento attivo aumenta le prestazioni degli studenti in scienze, ingegneria e matematica” . Atti dell’Accademia Nazionale delle Scienze. 111 (23): 8410–8415. Bibcode : .111.8410F . doi : 10.1073/pnas.1319030111 . ISSN 0027-8424 . PMC 4060654 . PMID 24821756 .             
  132. ^ Poë, Judith C. (2015). “Pedagogie di apprendimento attivo per il futuro delIl coaching chimica globale”. Educazione chimica . John Wiley & Sons, Ltd. pp. 279-300. doi : 1002/9783527679300.ch11 . ISBN 9783527679300 . Estratto il 6 maggio 2021.        
  133. ^ Haak, David C.; HilleRisLambers, Janneke; Pitre, Emile; Freeman, Scott (3 giugno 2011). “L’aumento della struttura e l’apprendimento attivo riducono il divario di risultati nella biologia introduttiva” . Scienza. 332 (6034): 1213–1216. Bibcode : ..332.1213H . doi : 10.1126/science.1204820 . ISSN 0036-8075 . PMID 21636776 . S2CID 206533647 . Estratto il 6 maggio 2021.               
  134. ^ Waks, Leonard J. (2019). “Corsi online aperti di massa e il futuro delIl coaching superiore” . Tecnologie contemporanee nelIl coaching: massimizzare il coinvolgimento, la motivazione e l’apprendimento degli studenti. Springer International Publishing: 183-213. doi : 1007/978-3-319-89680-9_10 . ISBN 978-3-319-89679-3 . S2CID 169763293 . Estratto il 6 maggio 2021.          
  135. ^ Serrano, Dolores R.; Dea ‐ Ayuela, Maria Auxiliadora; Gonzalez ‐ Burgos, Elena; Serrano – Gil, Alfonso; Lalatsa, Aikaterini (2019). “Apprendimento potenziato dalla tecnologia nelIl coaching superiore: come migliorare il coinvolgimento degli studenti attraverso l’apprendimento misto” . Giornale Europeo delIl coaching. 54 (2): 273-286. doi : 1111/ejed.12330 . hdl : 10637/11633 . ISSN 1465-3435 . S2CID 149865849 . Estratto il 6 maggio 2021.             
  136. ^ Morrison, Nick. “Apprendimento misto: il futuro delIl coaching superiore?” . Forbes. Estratto il 6 maggio 2021.     
  137. ^ Vo, Hien M.; Zhu, Chang; Diep, Nguyet A. (1 giugno 2017). “L’effetto dell’apprendimento misto sulle prestazioni degli studenti a livello di corso nelIl coaching superiore: una meta-analisi” . Studi in valutazione educativa. 53 : 17-28. doi : 1016/j.stueduc.2017.01.002 . ISSN 0191-491X . Estratto il 6 maggio 2021.         
  138. “Valutare l’apprendimento misto: riunire gli elementi” (PDF) . Estratto il 6 maggio 2021.    
  139. ^ Cuesta Medina, Liliana (28 marzo 2018). “Apprendimento misto: deficit e prospettive nelIl coaching superiore” . Giornale australiano di tecnologia educativa. 34 (1). doi : 14742/ajet.3100 .      
  140. ^ Castro, Robin (1 luglio 2019). “Apprendimento misto nelIl coaching superiore: tendenze e capacità” . Istruzione e tecnologie dell’informazione. 24 (4): 2523-2546. doi : 1007/s10639-019-09886-3 . ISSN 1573-7608 . S2CID 71146870 . Estratto il 6 maggio 2021.            
  141. “Software open source nelle scuole” (PDF) . the-eye.eu. maggio 2005.   
  142. ^ Lakhan, Shaheen E.; Jhunjhunwala, Kavita. “Software open source nelIl coaching” . er.educause.edu. Estratto il 6 maggio 2021.     
  143. “Software gratuito e open source per Il coaching | Informatica” . Insegna Secondario. 24 gennaio 2014.  
  144. “Policy Brief: Education durante COVID-19 e oltre” (PDF) . Nazioni unite. Agosto 2020. Estratto l’ 11 dicembre 2020.    
  145. Salta a: c Summers, Keyonna (1 settembre 2020). “COVID-19 e il futuro delIl coaching” . Università del Nevada, Las Vegas. Estratto l’ 11 dicembre 2020.       
  146. “Conseguenze negative della chiusura delle scuole” . dell’UNESCO. 10 marzo 2020. Estratto l’ 11 dicembre 2020.   
  147. ^ Slay, Bre-Ann (20 maggio 2020). “COVID-19 intensificherà le disuguaglianze educative per gli studenti neri” . diverseeducation.com. Estratto l’ 11 dicembre 2020.     

Altri riferimenti

  • Assmann, Jan (2003). La mente dell’Egitto: storia e significato al tempo dei faraoni. Cambridge, MA: Harvard University Press. ISBN 0-674-01211-9.   
  • Blainey, Geoffrey (2004). Una brevissima storia del mondo. Londra: Allen Lane. ISBN 0-7139-9822-9.   
  • Colin, Ernesto (2014). Educazione indigena attraverso la danza e la cerimonia: un palinsesto mexica. New York: Palgrave Macmillan. ISBN 978-1-349-47094-5.   
  • León-Portilla, Miguel (2012). Pensiero e cultura azteca: uno studio sull’antica mente nahuatl. Norman: University of Oklahoma Press. ISBN 978-0-8061-0569-7.   
  • Lynch, John Patrick (1972). la scuola di Aristotele; uno studio di un’istituzione educativa greca. Berkeley: University of California Press. ISBN 0-520-02194-0.   
  • Reagan, Timothy (2005). Tradizioni educative non occidentali: approcci alternativi al pensiero e alla pratica educativa. Mahwah, NJ: Lawrence Erlbaum Associates, editori. ISBN 978-0-8058-4857-1.   
  • Sanz, Nuria; Bergan, Sjur (1 gennaio 2006). Le Patrimoine Des Universités Européennes [Il patrimonio delle università europee] (2a ed.). Strasburgo: Consiglio d’Europa. ISBN 978-92-871-6121-5.     

attribuzione

Come si diventa Coach – i temi dell’articolo

  • Certificazione di coaching
  • Coach certificati
  • Come diventare coach
  • Come diventare coach certificati
  • Come si diventa coach
  • corsi coaching certificati
  • corsi di coaching firenze
  • corsi per coaching aziendale
  • Corsi per diventare coach
  • Corsi per diventare coach certificati
  • corso base coaching
  • corso business coaching
  • corso coaching accreditato
  • corso coaching aziendale
  • corso coaching bologna
  • corso coaching daniele trevisani
  • corso coaching hpm
  • corso coaching icf
  • corso coaching milano
  • corso coaching online
  • corso coaching riconosciuto
  • corso coaching roma
  • corso coaching sportivo
  • corso di business coaching
  • corso di coaching
  • corso di coaching aziendale
  • corso formazione coaching
  • Corso per diventare coach
  • Diventare coach certificati
  • Miglior corso per coach
  • Miglior corso per diventare coach
  • Miglior esperto di coaching in Italia
  • Migliore corso di coaching
  • Migliore corso per coach
  • Migliore corso per diventare coach
  • Migliore esperto di coaching in Italia
  • Migliore scuola di coaching
  • Migliore scuola di coaching in Italia
  • Migliori corsi di coaching
  • Migliori corsi per coach
  • Migliori corsi per diventare coach
  • Migliori esperti di coaching in Italia
  • Migliori scuole di coaching in Italia
  • Scuola di coaching certificata
  • Scuole di coaching certificate

Deep Coaching MasterClass Metodo HPM™. Laboratorio online su coaching, emozioni, comunicazione, crescita personale e professionale + 3 ebook + video riservati, con sconto riservato in promozione Eventbrite.

Sabato 17 Luglio, h. 9.30-12.30

masterclass coaching metodo hpm Deep CoachingDi cosa si tratta?

  • Una grande occasione per poter fruire e lavorare in anteprima sui contenuti del testo “Deep Coaching. Il Metodo HPM™ per la crescita personale, il coaching in profondità e la formazione attiva”, che uscirà in settembre con Franco Angeli editore.
  • In questa MasterClass, praticheremo in anteprima assoluta alcuni degli esercizi di Mental Coaching, di Comunicazione, di Leadership e di Crescita Personale e Professionale trattati nel volume, direttamente con l’autore Daniele Trevisani (migliore Coach Italiano e migliore Formatore Italiano per numero e qualità di pubblicazioni secondo Amazon) e il contributo di Coach HPM™ Certificati.
  • Oltre alla MasterClass alla quale ci si può iscrivere, è possibile iscriversi alla rivista gratuita online Communication Research per ricevere notizie aggiornate sulla uscita del libro che cambierà la modalità di fare coaching, crescita personale e professionale, e riceverne anteprime. Qui il link per iscriversi gratuitamente http://eepurl.com/b727Pv

Come si svolge

  • Condivisione dei concetti chiave del Deep Coaching, alternati ad esercizi interattivi online, anche tramite stanze di Zoom. Lavori di gruppo in stanze ed esercizi attivi.

Quanto costa e cosa si ottiene – MasterClass + 3 Ebook + video riservati

  • L’intero pacchetto in promozione Eventbrite ed in omaggio 3 E-Book riservati ai soli partecipanti, incluso l’ebook “Riconoscere le Emozioni” con una raccolta scientifica di oltre 300 tipologie di emozioni e stati d’animo sui quali si faranno esercizi specifici + video ad accesso riservato

Dove si svolge

  • Online su Zoom. h 9.30-12.30. Al momento dell’iscrizione si riceverà immediatamente il link per l’accesso –ed in più il link per scaricare in anteprima gli E-Book e i link ai video

Che temi tratteremo

  • Verranno trattati temi estratti dai primi capitoli del libro Deep Coaching, con una sintesi tra alcuni dei seguenti concetti:

Struttura del Modello Deep Coaching. Focalizzare un intervento di formazione e coaching tramite il modello HPM

  • 1. La motivazione di un coaching in profondità (Deep Coaching)
  • 2. Approfondimento sulle sei aree di lavoro del Metodo HPM
  • 2.1. Energie fisiche (stato bioenergetico) e autostima
  • 2.2. Energie mentali (stato psicoenergetico)
  • 2.3. Micro-competenze
  • 2.4. Macro-competenze
  • 2.5. Progettualità e concretizzazione
  • 2.6. Visione e ideali, spiritualità
  • 3. I principi di un Deep Coaching efficace
  • 4. Il Deep Coaching e il suo effetto sul Capitale Psicologico (PsyCap)
  • 4.1. Il concetto di Capitale Psicologico
  • 5. Il modello H.E.R.O e il Capitale Psicologico
  • 5.1. Hope – Speranza. Il potere della volontà e della determinazione
  • 5.2. Efficacy – Efficacia. La capacità di accettare sfide
  • 5.3. Resilience – Resilienza. La capacità di rialzarsi
  • 5.4. Optimism – Ottimismo. Creare ciò che si può fare e non fermarsi a ciò che non si può fare
  • 6. Interazione tra le diverse dimensioni ed effetto “contagio positivo”

Saperi, Saper Essere, Saper Fare: i tre obiettivi di ogni azione di formazione attiva e del Deep Coaching

  • 1. Integrazione di modelli diversi come strada maestra per un metodo di coaching olistico
  • 2. I Catalizzatori Formativi
  • 3. L’insufficienza dei Saperi
  • 4. Test di realtà, reality check, momenti della verità
  • 5. L’insufficienza del Saper Fare
  • 6. L’insufficienza del Saper Essere
  • 6.1. I punti di arresto del percorso
  • 7. Rimuovere i catalizzatori negativi dal processo di cambiamento: i vettori di sviluppo formativo
  • 7.1. I principali ostacoli di percorso (catalizzatori negativi) nella crescita personale e professionale
  • 8. Agire sui “saperi” tramite il modello XY
  • 9. La tassonomia di Bloom sugli Educational Objectives (obiettivi di apprendimento)
  • 9.1. Verificare gli apprendimenti tramite checklist comportamentali
  • 10. La didattica e la revisione dei metodi di formazione
  • 11. Il setting formativo come facilitatore o rallentatore
  • 11.1. Il setting formativo e la scelta della location per fare active training nella formazione aziendale
  • 12. Metodi per far accadere una scoperta autonoma dei saperi
  • 12.1. Esempio applicativo sulla costruzione in aula di un Diagramma di Causa-Effetto

Coaching Operativo. Agire sul “saper fare” (skills) tramite il modello XY

  • 1.1. Inquadrare il tipo di intervento
  • 2. Agire sul “saper essere” tramite il modello XY
  • 3. Azioni formative In-Out e azioni Out-In
  • 4. Il potere delle abitudini. Riconoscere e attaccare routine e abitudini, apprendere nuove abitudini e non solo nuovi concetti
  • 4.1. Esempio applicativo sulle tecniche di ascolto – esercitazione “ascolto dell’estate”
  • 4.1.1. Esempio di lavoro sul saper essere relativo alla Competitività Fondamentale (competitività assoluta vs competitività relativa)
  • 5. Collegare un percorso formativo o di coaching a verifiche, anticipare tipo e natura delle verifiche
  • 6. Utilizzo della Staircase come modello per profilare il cliente, visualizzare i progressi e dare evidenza ai risultati
  • 7. Profilazione di dettaglio
  • 8. Come arrivare alla profilazione
  • 6. Il fine ultimo non è l’azione ma i suoi effetti: il modello RME (Retargeting Mental Energy™, di Daniele Trevisani)
  • 11. Leadership espressiva e leadership di regia. Essere i protagonisti del proprio viaggio di crescita personale e professionale

Referenze

Approfondimenti di formazione e bibliografia

I libri di riferimento del METODO HPM™ sono

I libri di riferimento del METODO ALM™ sono

Se vuoi conoscere occasioni di coaching e formazione svolte direttamente con l’autore, puoi contattarci attraverso questo form https://www.studiotrevisani.it/contact-form-2/ e sarà nostra cura richiamarti e darti tutte le informazioni necessarie

Dott. Daniele Trevisani

Presidente, Coaching World Federation

www.coachingworldfederation.com

www.studiotrevisani.it

___________

Corso di Coaching Online – parole chiave

  • Associazioni coaching italia
  • associazione coaching italia
  • Chi può fare il coach?
  • coaching crescita personale
  • coaching crescita professionale
  • coaching in italia
  • coaching umanistico
  • come diventare life coach in italia
  • Come diventare life coach online?
  • Come si fa a diventare coach?
  • corsi coaching certificati
  • corsi online coaching
  • corsi online coaching certificati
  • corso coaching online
  • corso coaching online in offerta
  • corso deep coaching
  • corso deep coaching daniele trevisani
  • corso di coaching
  • corso di coaching online
  • corso online coaching
  • corso online di coaching certificato
  • corso online di coaching in offerta
  • Corso per Diventare Coach
  • cwf coaching world federation
  • diventare coach online
  • icf italia
  • il viaggio di crescita personale
  • life coach italia
  • Quanto costa un corso per diventare coach?
  • Scuola Italiana Coaching
  • Voglio comprare un corso online di coaching
  • Dove si trova un corso online di coaching?
  • Imparare le tecniche di coaching

Corso Coaching Online Metodo HPM per la Crescita Personale e Professionale

MASTERCLASS IN COACHING, LEADERSHIP, CRESCITA PERSONALE E PROFESSIONALE, SVILUPPO DEL POTENZIALE UMANO

  • Sabato 6 Marzo, online su Zoom, Corso di Coaching, Leadership e Sviluppo del Potenziale Personale Metodo HPM condotto direttamente dall’autore del libro “Il Potenziale Umano” e sviluppatore del Metodo HPM, dott. Daniele Trevisani.
  • Biglietto di partecipazione scontato a 70 Euro, posti limitati e riservati a chi si iscrive tramite Eventbrite
  • Orario 9.30-12.30 – Il link e password di accesso al corso vengono forniti direttamente non appena acquistato il biglietto

Corso Coaching, Crescita Personale e Professionale Metodo HPM. Temi e relatori di Studio Trevisani Academy

I relatori e i temi trattati (sono possibili variazioni nel team di relatori in funzione di impegni istituzionali che si possano verificare).

  • Dott. Daniele Trevisani. Formatore, Coach e Scrittore (elenco delle pubblicazioni qui) Il Metodo HPM™, il Deep Coaching™, le aree di sviluppo del potenziale personale: energie fisiche, energie mentali ed emozioni, micro e macro-competenze, progettualità, vision e spiritualità
  • Dott. Lorenzo Manfredini. Psicologo Psicoterapeuta e scrittore (elenco dei libri scritti qui). Chi sono, cosa cerco, dove guardo ©? Il coaching come relazione d’aiuto e la qualità nelle relazioni personali. L’intelligenza emotiva nel colloquio di coaching, l’intelligenza emotiva con i collaboratori del team
  • Dott. Ing. Lorenzo Savioli. Psicologo e Manager. La leadership e la Self Leadership: il Metodo ACE+™ e il miglioramento personale che parte da dentro
  • Dott. Riccardo Manfredini. Counselor e manager. Il metodo teatrale per lo sviluppo delle potenzialità espressive. Esercizi pratici di amplificazione dell’espressività personale
  • Dott.ssa Francesca Marchegiano. Formatrice e Counselor. Il Cerchio dell’Eroe® – ascoltare e mappare il proprio viaggio di crescita personale

E’ possibile iscriversi al corso tramite la pagina dedicata su Eventbrite con pagamento sicuro Paypal

_______

Corso Coaching, Crescita Personale e Professionale Metodo HPM – Altre informazioni. OPPORTUNTITA’ DI CERTIFICAZIONE E MASTER PERSONALIZZATO SUL METODO HPM (COACHING E POTENZIALE UMANO)

Presso Daniele Trevisani Academy, per chi vuole fare un progresso professionale forte, pratico e orientato alla crescita personale e professionale, è possibile seguire un percorso di COACHING e MENTORING personalizzato che porta al conseguimento del titolo di

“MASTER IN COACHING E SVILUPPO DEL POTENZIALE UMANO”

Consulta prima di tutto il nostro Libro delle Referenze – Libro delle Referenze, completo, scaricabile in PDF: Libro delle Referenze dott. Daniele Trevisani

Il background scientifico di questo Master è basato sui libri:

Cosa si ottiene e cosa si fa nel master

  1. Sessioni online a cadenza mensile
  2. Sessioni online di allineamento didattico
  3. Sessioni in presenza one-to-one (coaching personalizzato)
  4. Partecipazione ad eventi formativi organizzati da Daniele Trevisani Academy
  5. Realizzazione di articoli inerenti i propri temi di interesse e specializzazione e pubblicazione online
  6. Condivisione dei propri lavori di ricerca sui social e su siti personali con assistenza alla creazione del sito o blog
  7. Stesura di articoli a tema sul Metodo HPM (Human Potential Modeling), derivanti dalla letteratura specifica, e pubblicazione su siti e blog, con mentoring sulla scrittura
  8. Stesura di una tesina finale e pubblicazione della tesina
  9. Certificazione con diploma
  10. Assistenza alla revisione del Curriculum Vitae

Il Master, incluso Tutoraggio, Mentoring e Formazione Personalizzata costa 1900 Euro per un periodo di studio e pratica di 6 mesi.

Cosa rende questo Master diverso da tutti gli altri? Il fatto di essere tenuto direttamente e senza intermediari dall’autore dei Metodi e dei bestseller assoluti su questo campo, il dott. Daniele Trevisani (oltre 22 libri in 6 lingue). Vedi di seguito

Si tratta della massima produzione in Italia per qualità e quantità.

Se vuoi conoscere di più su queste occasioni di coaching svolte direttamente con l’autore, puoi contattarci attraverso questo form https://www.studiotrevisani.it/contact-form-2/ e sarà nostra cura richiamarti a breve e darti tutte le informazioni necessarie.

Daniele Trevisani Academy

Le parole chiave di interesse di questo articolo sono:

  • corso coaching
  • corso crescita personale
  • corso crescita professionale
  • master in coaching
  • corso online in coaching
  • corsi online in coaching
  • corsi online di crescita personale
  • corsi online di sviluppo personale
  • corsi online di sviluppo manageriale
  • sviluppo delle capacità manageriali
  • scuola di coaching
  • corso coaching online
  • corso leadership
  • corso leadership online
  • corso online leadership
  • corso di coaching
  • corsi coach
  • coaching corso
  • corsi di coaching
  • corsi coaching
  • scuola coaching
  • corsi per coach
  • coaching corsi
  • scuole di coaching
  • scuola di coaching milano
  • scuola di coaching bologna
  • scuola di coaching padova
  • scuola di coaching ferrara
  • scuola per coach
  • formazione di coaching
  • scuole di coaching riconosciute
  • scuola di coaching torino
  • corsi coaching costi
  • corsi coaching online riconosciuti
  • corsi di coaching gratuiti
  • icf coaching
  • scuola di coaching roma
  • corsi di coaching cosa sono
  • tecniche di coaching
  • metodo di coaching
  • metodi di coaching
  • Metodo HPM
  • business coaching
  • life coaching
  • sport coaching
  • coaching business
  • coaching life
  • coaching personale
  • coaching sportivo
  • corso business coaching
  • corso life coaching
  • corso sport coaching
  • corso coaching business
  • corso coaching life
  • corso coaching personale
  • corso coaching sportivo
  • corso di crescita personale
  • coach professionale
  • come diventare life coach
  • scuole coaching
  • come diventare coach
  • corso life coach
  • diventare coach on line

Corso Coaching, Crescita Personale e Professionale Metodo HPM – Il libro di riferimento in Italia “Il Potenziale Umano. Metodi e tecniche di coaching e training per lo sviluppo delle performance

Corso Coaching, Crescita Personale e Professionale Metodo HPM Testo del Master in Coaching e Sviluppo del Potenziale Umano di Daniele Trevisani Academy