Tag

Comunicazione Aziendale Personalizzata

Browsing

Quante volte vi sarà capitato di partecipare ad una fiera, ad un evento, o ad un concerto in cui avete ricevuto qualche gadget o articolo promozionale in regalo? Adesivi personalizzati, per esempio! E quante volte, però, vi siete soffermati a pensare al perchè un brand sceglie di sponsorizzarsi in questo modo? Qual è il vero potenziale di questi prodotti?

Internet e i social media giocano sicuramente un ruolo chiave quando si tratta di promozione e sponsorizzazione, tuttavia diverse aziende continuano a investire sempre più sulla creazione di gadget personalizzati, traendo vantaggi principalmente da due fronti: da un’ottica di marketing, e da un’ottica di gestione delle risorse umane.

Tra i vari benefici infatti, i gadget promozionali risultano essere strumenti estremamente efficienti soprattutto quando vengono utilizzati per strategie di marketing multi-canale, considerando che stiamo vivendo un’epoca, e ancora più in particolare un periodo storico, dove si sta perdendo l’importanza della fisicità.

In un’ottica di marketing dunque, i gadget promozionali hanno tre principali vantaggi: creano consapevolezza rispetto al brand, contribuiscono all’aumento di vendite e ricavi, e vengono considerati come mezzi per diffondere e sponsorizzare l’immagine del brand.

Ma qual è il principio su cui si basa il potere di questi prodotti? Gli articoli di merchandising agiscono puntando sul senso di “riconoscenza”: in virtù di questo senso di gratitudine, il vantaggio del gadget è che riesce, in un primo momento, a suscitare interesse e ad attirare l’attenzione e, successivamente, a fidelizzare il cliente.

Ciò accade anche a causa di un fenomeno conosciuto come “saturazione pubblicitaria” di cui sono vittima i consumatori di oggi, le quali routine vengono interrotte in modo invasivo da sms, posta elettronica, spot pubblicitari che finiscono per sovraccaricare gli utenti stessi. I gadget promozionali fanno da eccezione, e vengono percepiti dai consumatori come una forma di pubblicità decisamente più innocua e meno intrusiva.

Inoltre sebbene Internet e i social media coprano sicuramente un ruolo fondamentale quando si tratta della promozione di un brand, non deve essere minimamente sottovalutato il passaparola che avviene tra persone fisiche, d’altronde “La migliore pubblicità è quella che fanno i clienti soddisfatti” come afferma  Philip Kotler, considerato il padre del marketing moderno.

In fondo tra la pubblicità di un prodotto in televisione o online, ed il consiglio di una persona che conosciamo e che ha avuto diretta esperienza con il prodotto, tenderemo sempre a fidarci del consiglio di quest’ultima. Per questo riuscire a trasmettere e comunicare un’immagine positiva del proprio brand è un’azione di marketing che va studiata dettagliatamente, e che si traduce nell’offerta di un’esperienza utente che sappia incontrare le sue esigenze. Il vantaggio del gadget, in questo senso, è che la prima impressione che lasciano rispetto al brand è positiva e spinge i clienti a parlare bene del rispettivo prodotto o servizio, creando una rete di passaparola che contribuirà a costruire un’immagine positiva del brand.

In questo particolare periodo storico, però, non è importante puntare solamente sull’immagine e la reputazione del brand, ma bensì dimostrare anche un determinato impegno sociale sostenendo e supportando cause che coinvolgono la nostra popolazione o il nostro pianeta.

Nello specifico, uno dei trend relativi al comportamento dei consumatori odierni è l’attenzione alla tutela dell’ambiente: i consumatori iniziano a prestare più attenzione a materiali utilizzati, origine, processi produttivi, e a considerarle questi aspetti come determinanti durante la fase d’acquisto. Diverse aziende operanti in differenti settori hanno, infatti, recentemente iniziato a muoversi attivamente per tutelare e salvaguardare il pianeta, ricorrendo a processi produttivi più sostenibili ed ecologici o all’utilizzo di materiali considerati più “green”.

I gadget promozionali, tra vari prodotti, sono estremamente facilmente realizzabili con materiali sostenibili, quali bio-plastiche, sughero, bambù, ed essendo adattabili a una moltitudine di oggetti e modelli, rappresentano un’opzione strategica in grado di adattarsi alle tendenze del mercato, e in grado di far veicolare un messaggio profondo e invitare sempre più persone a riflettere su tematiche importanti.

Comunicazione Aziendale PersonalizzataGli articoli promozionali hanno, però, anche una forte potenzialità per quanto riguarda la gestione delle risorse umane: il merchandising rappresenta infatti uno strumento di promozione quando si tratta di clienti o potenziali clienti, e uno strumento di fidelizzazione quando si tratta di dipendenti o colleghi.

Il senso di appartenenza ad un’azienda aumenterà se i lavoratori si sentiranno tutelati, apprezzati e valorizzati all’interno dell’ambiente aziendale, per questo è importante investire nella creazione di un’atmosfera lavorativa favorevole.

Questo particolare momento storico, inoltre, ha costretto ognuno di noi a riflettere sulla scala delle nostre priorità, aiutandoci ad acquisire una nuova prospettiva rispetto a diversi aspetti delle nostre vite e, in ambito lavorativo, a concentrarci maggiormente sul “salario emozionale” inteso come il benessere e la soddisfazione del dipendente, caratteristiche che vanno al di là del salario in sè.

L’utilizzo dei gadget promozionali per la gestione delle risorse umane ha, dunque, due principali risvolti pratici: in primis, quando viene utilizzato come “premio” per aver raggiunto un determinato traguardo o portato a termine un compito complicato, o come regalo per una celebrazione importante, il dipendente si sentirà maggiormente stimolato a lavorare duramente e sempre più spinto a dare il meglio. In secondo luogo, viene utilizzato per una strategia di marketing chiamata employee advocacy, volta a rendere i dipendenti “ambasciatori” del brand e dei relativi prodotti o servizi che commercializzano con lo scopo di farli sentire parte integrante della compagnia e quindi di valorizzarli, perchè vedano l’ambiente lavorativo come un ambiente positivo dove poter esprimere al meglio le proprie potenzialità.