Tag

come si diventa coach

Browsing

La figura professionale del Business Coach sta assumendo importanza sempre maggiore in un mondo del lavoro dinamico e in costante cambiamento

Il mondo del lavoro è in continua evoluzione, e offre uno scenario fluido e in perenne movimento, che impone alle imprese la necessità di ripensare l’organizzazione, per cercare nuove strategie che permettano di essere competitivi e vincenti.

Tra le nuove figure professionali che affiancano le organizzazioni in questo impegnativo compito, il Business Coach è una delle più richieste, come dimostrano le molte offerte per questo ruolo, che troviamo nei siti delle agenzie del lavoro più qualificate come Jobsora.

“Quando soffia il vento del cambiamento alcuni costruiscono muri, altri mulini a vento”

La metafora che ci offre il proverbio cinese è calzante, perché il Business coaching è un motore di novità, che spinge l’azienda nella direzione dettata dal vento del cambiamento, per supportarla, sostenerla e trasportarla verso un futuro di successo.

Cosa fa un Business Coach?

La funzione principale di un Business Coach è di fornire consulenza agli imprenditori. Possiamo così riassumere le sue mansioni:

  • Conoscenza dei valori e della mission aziendale
  • Identificazione dei punti di forza e debolezza dell’organizzazione
  • Determinazione delle esigenze formative finalizzate al raggiungimento degli obiettivi d’impresa
  • Analisi delle strategie di successo/fallimenti passati o in corso
  • Coinvolgimento dei diversi stakeholder per una visione completa della realtà aziendale
  • Proposta dei piani di azione e di sviluppo per l’impresa e i dipendenti
  • Follow up a breve e lungo termine e adeguamento delle strategie

Il Business Coach deve essere un professionista esterno all’azienda, per cogliere tutti gli aspetti che caratterizzano l’organizzazione, senza essere influenzato dall’appartenenza a essa, nella proposta delle soluzioni operative.

Come si diventa Business Coach?

Il Business Coaching è un lavoro che non richiede solo hard skills, cioè competenze tecniche specifiche, ma qualità caratteriali e abilità personali particolari, poiché il ruolo di questo professionista è di avviare e seguire un percorso di cambiamento nelle organizzazioni influenzando le performance degli individui.

Un Business coach deve perciò avere grandi capacità di ascolto, notevoli doti comunicative, forte attitudine al lavoro di squadra e al problem solving, ma anche essere flessibile, riservato ed empatico.

Le competenze tecniche specifiche invece si acquisiscono con la formazione per mezzo di corsi specializzati, per i quali non è indispensabile, ma consigliato, avere un background universitario idoneo, per esempio una laurea in discipline economiche, oppure in scienze della comunicazione, ma anche psicologia, o scienze dell’educazione. Ѐ importante frequentare corsi che abbiano ricevuto il riconoscimento e la validazione delle associazioni di riferimento, come ad esempio l’International Coaching Federation (ICF), l’Associazione Italiana Coach Professionisti (AICP), o APIC (Associazione Professionisti Italiani Coaching).

I corsi trattano diversi argomenti, fra i quali:

  • Principi di base del coaching
  • Le tecniche e gli strumenti del coaching
  • Logica di lavoro delle organizzazioni
  • Come le aziende sviluppano competenze
  • I bisogni formativi e lo sviluppo del potenziale
  • La definizione degli obiettivi e i fattori di successo
  • La pianificazione della formazione
  • La gestione del percorso formativo e il follow up
  • Modelli di comunicazione
  • Leadership e motivazione nello sviluppo del personale
  • Esercitazioni pratiche

Tipologie di Business Coaching

Nato come forma di consulenza per le imprese, il Business Coaching è un’attività in grande sviluppo, ed è possibile differenziare gli interventi di coaching in due fondamentali categorie: Business Coaching (ambito professionale) e Life Coaching (ambito personale).

Vediamo di seguito alcune fra le tipologie di Business Coaching più diffuse:

  • Team Coaching

Riguarda il miglioramento dei gruppi di lavoro.

  • Executive Coaching

Si rivolge ai manager, sia esperti che di prima nomina.

  • Corporate Coaching

Si occupa di individuare i punti di forza delle organizzazioni per svilupparli.

  • Career and Business Coaching

La finalità di questo tipo di Coaching è di assistere chi desidera cambiare lavoro oppure il proprio ruolo.

  • Sport Coaching.

Si relaziona con Il team tecnico e gli atleti per migliorare la performance sportiva.

  • Digital coaching.

Aiuta le imprese a ottimizzare i canali digitali di cui hanno bisogno.

  • Shadow Coaching

Si tratta di un’attività di coaching volta all’osservazione e valutazione di come i responsabili aziendali partecipano al processo decisionale, per rilevarne le caratteristiche e proporre modalità migliorative.

  • Health Coaching.

Supporta gli individui a trasformare lo stile di vita per migliorare la salute.

  • Parent Coaching.

Il suo obiettivo è sviluppare un approccio alla genitorialità più responsabile ed efficiente.